·Il fascino del palcoscenico e la brevità dei linguaggi contemporanei·

TR7 icon

Festival INTERNazionale di Corti Teatrali

IL FESTIVAL

Il festival Teatri Riflessi, arrivato alla sua settima edizione, è un concorso rivolto a compagnie professioniste ed emergenti di teatro di parola in lingua italiana e straniera e di danza, incentrato sul genere drammaturgico del corto teatrale. Fin dalla prima edizione nel 2009, Teatri Riflessi coniuga l’immediatezza dei linguaggi contemporanei al racconto del territorio promuovendo una riflessione sul paesaggio artistico, culturale e sociale in luoghi e spazi non convenzionali. Un teatro che riflette il territorio e sul territorio, ragionando sulla connessione e relazione tra drammaturgia contemporanea e paesaggio nella sua dimensione storica, antropica, naturale e fisica. 

Teatri Riflessi icon

GINESTRE

Fil rouge del festival è la ginestra, pianta endemica capace di crescere in condizioni estreme che, dopo aver colonizzato e migliorato i terreni nudi o degradati, lascia spazio ad altre specie, altrimenti incapaci di attecchire.

Il rimando è alla rinascita che guarda al futuro, ben salda sulle proprie radici, emblema di un percorso di rilancio per le arti performative nel territorio e per il territorio stesso, in un connubio di sforzi virtuosi che concorrono alla crescita della comunità e della sua identità. Il carattere gentile della pianta pioniera nei confronti delle altre specie, nel suo piantare radici per permettere ad altre radici di fiorire, e il bagaglio di tradizioni artigianali che rappresenta (la fibra veniva usata per confezionare cesti, canestri e indumenti, i fiori per tingere di giallo) invita, inoltre, a una riflessione sull’inclusione culturale superando le disparità sociali e di genere.

14-16/07/22

ZAFFERANA ETNEA (CT)

IL CONCORSO

Tramite il bando di Teatri Riflessi 7 verranno selezionate da un minimo di 10 a un massimo di 16 semifinalisti che si esibiranno durante le serate del 14 e 15 luglio 2022. Le 5 commissioni di esperti in giuria (commissione regia, interpretazione, scrittura in lingua italiana, scrittura in lingua straniera e drammaturgia danza) attribuiranno ognuna un premio che verrà consegnato durante la finale, domenica 16 luglio. Il voto congiunto della giuria di esperti, di una giuria stampa e una giuria giovani stabilirà il Miglior Corto di Teatri Riflessi 7.

Tutti i premi sono erogati grazie al contributo di Di Bella Costruzioni

Inoltre, la rete di Teatri Riflessi, presente al festival in qualità di giurati o ricevendo materiali e progetti delle compagnie e artisti coinvolti nel progetto, avrà la facoltà di assegnare, se ritenuto opportuno, dei riconoscimenti nella forma di: tutoraggio formativo con professionisti ed esperti del settore; residenze artistiche per lo sviluppo dei progetti presentati a serata intera o di altre produzioni e co-produzioni, anche su commissione; circuitazioni e inserimento all’interno di festival, rassegne e cartelloni; incentivo economico.

IL CORTO

Teatri Riflessi vuole nobilitare e valorizzare la forma del corto in quanto tale, non come riduzione di opere più lunghe, né in quanto preludio per un adattamento a serata intera. La forza del corto sta proprio nell’immediatezza artistica ed espressiva e il suo inserimento nel concorso vuole, a suo modo, collegare il teatro greco, concepito proprio come concorso proposto in ampi spazi aperti di fronte a un vasto e variegato pubblico, alle spinte più provocatorie degli happenings e del teatro contemporaneo che sfondano con arroganza la quarta parete facendo leva sul desiderio viscerale di partecipazione del pubblico al momento performativo, uscendo, così, dall’aura di istituzionalità talvolta intimidatoria che il teatro ha assunto. 

La scelta spinge, inoltre, a considerazioni di fatto sulla vendibilità dell’opera che, se in questa forma trova più spendibilità all’estero con soluzioni a double o triple bill, rimane ancora relegata, in Italia, in posizione di subalternità. La possibilità e la speranza è quella di veicolare la riapertura e promuovere la ripresa anche contemplando modelli di promozione e programmazione differenti, in affiancamento a quelli più tradizionali, che dalla crisi abbiano appreso e interpretato le necessità di trasformazione.

CATALOGO

I diciassette corti in gara da Italia, Messico, Regno Unito e Stati Uniti.

TESTI RIFLESSI

Incontri con artisti, poeti, drammaturghi e scrittori a cura di Grazia Calanna. 

TRFORUM

Prospezioni pomeridiane a cura di Lina Maria Ugolini. Percorso per condividere, scoprire e confrontarsi.

WORKSHOP

Laboratori di teatro urbano e danza contemporanea.

STUZZICAMENTE

Mostre, installazioni, promozione dell’artigianato locale, masterclass, incontri e dibattiti sui temi del festival: un’area di libera fruizione per conoscere le emergenze artistiche contemporanee, scambiare riflessioni e punti di vista sul territorio e coinvolgere un pubblico variegato e trasversale.

Teatri Riflessi 7 è realizzato e promosso da IterCulture e dal Comune di Zafferana Etneacon il sostegno di Di Bella Costruzioni s.r.l. e con il patrocinio del Centro Nazionale di Drammaturgia Contemporanea, della Regione Siciliana – Assessorato Regionale Turismo – Dipartimento Turismo, Sport e Spettacolo,  dell’Università degli Studi di Catania e del DAMS dell’Università degli Studi di Messina.

Teatri Riflessi 7 inaugura ETNA in Scena 2022 – la rassegna di teatro, danza, musica e cinema del Comune di Zafferana Etnea (CT).

Tutti i premi sono realizzati da Ni.Vi. ceramiche, dell’artista Mary Imbiscuso ed erogati con il contributo di Di Bella Costruzioni srl.

Ideazione, progettazione e direzione
Dario D’Agata (direzione artistica)Valerio Verzin (direzione esecutiva).

Commissione artistica
Dario D’Agata, Alessandra Li Greci, Orazio Morace, Ilenia Romano, Valerio Santi, Valentina Sineri, Lina Maria Ugolini, Valerio Verzin.

Responsabile concorso
Roberta Gambino.

Responsabile pubbliche relazioni
Laura Del Campo.

Responsabile attività arricchite
Emanuela Di Grigoli.

Amministrazione
Direttivo IterCulture (Dario D’Agata, Alessandra Li Greci, Orazio Morace, Valerio Verzin).

Concorso internazionale di corti teatrali

Direzione tecnica e regia: Nino Manuli e Valerio Santi.

Assistente di scena: Alberto Amato.

Responsabile giurie e ospiti: Laura del Campo.

Giuria giovani e giuria stampa: Gabriella Tomarchio e Merylaura Mondello.

Presentatrice: Assya D’Ascoli.

Attività arricchite

Organizzazione e moderazione TestiRiflessiGrazia Calanna.

Organizzazione e moderazione TRForumLina Maria Ugolini.

Referente workshop e laboratori: Valentina Sapienza.

Attività collaterali

Responsabili: Cristiano Guagliardo (logistica e risorse umane) e Valentina Sapienza (organizzazione e amministrazione).

Referenti punto IterCultureClaudia Regio (accoglienza) e Valeria Buta (StuzzicaMente).

Referente espositori StuzzicaMente: Anna Bonaccorso.

Sostieni TR:  Orazio Morace, Agata Prastani, Anna Bonaccorso, Christian Scerri e Simona Trovato.

Allestimenti e accoglienza: Alberto Amato, Rosy Arcolia, Anna Caruso, Giordano Ferrera, Rosmery Nicotra, Tania Sambataro, Gabriella Tomarchio  Simona Trovato.

Comunicazione e marketing

Direzione: Valerio Verzin.

Sito internet e newsletter:  Ilaria Mirenna.

Rapporti con la stampa: Merylaura Mondello e Cristina Cocuzza.

Marketing: Anna Bonaccorso, Dario D’Agata,  Cristiano Guagliardo e Valentina Sapienza.

Social, articoli, catalogo e traduzioni: Laura Del Campo,  Emanuela Di Grigoli, Valerio Campione, Pierpaolo Letizia, Michele Manitta, Miriam Italia, Costanza Patanè, Giordano Ferrara e Susanna Salamone.

Danzatrice “GINESTRE”: Silvia Oteri.

Illustrazioni: Sofia Rana.

Trailer: Epos Animation – Vincenza Scuderi. 

Acquerelli: Francesca Sabatini.

Ringraziamenti: Chiara De Caroli e Andrea Galatà per il Salotto di Teatri Riflessi 7 Live

WhatsApp
Send via WhatsApp